Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

FUNZIONARI POLIZIA PENITENZIARIA AGLI ISTITUTI MINORILI, COMUNICAZIONE MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

LUTTO ALLA C.C. DI COMO. IL CORDOGLIO DELLA SEGRETERIA PROVINCIALE SAPPE

PRESUNTE VIOLENZE IN VIA BURLA IL GIP ARCHIVIA LE ACCUSE DI ASSARAG

DETENUTO USTIONATO CON OLIO BOLLENTE A MODENA

ROMA, INCENDIO NEL CARCERE MINORILE DI CASAL DEL MARMO SVENTATO DA GRANDE PROFESSIONALITA? AGENTI

MONZA, DETENUTO TENTA DI INCENDIARE LA CELLA POI ASSALE UN MEDICO E DUE AGENTI

SCUOLA DI PERFEZIONAMENTO PER LE FORZE DI POLIZIA - 36 ° 37° E 38° CORSO DI II° LIVELLO DI ANALISI CRIMINALE

"NELLE NOSTRE CARCERI CI SONO TRECENTO POTENZIALI JIHADISTI"

SANT'ANNA, DETENUTO CERCA DI DARSI FUOCO

"TENSIONI A SANT'ANNA, STOP ALLE RELAZIONI SINDACALI"

PARMA, "CERTOSA, MOLTE CRITICITA"

CORSI PATENTI DI SERVIZIO

PROBLEMATICHE ISTITUTO PENITENZIARIO MINORILE QUARTUCCIU, INCONTRO CON IL CAPO DIPARTIMENTO

SCUOLA DI PERFEZIONAMENTO PER LE FORZE DI POLIZIA. XXXII CORSO DI ALTA FORMAZIONE PER FUNZIONARI/UFFICIALI APPARTENENTI ALLE FORZE DI POLIZIA ANNO ACCADEMICO 2016/2017

MONZA, UN EGIZIANO CERCA DI DARE FUOCO AL CARCERE "L'ORGANICO E' SCARSO"

SCUOLA DI PERFEZIONAMENTO PER LE FORZE DI POLIZIA - 96 ° 97° 98° E 99° CORSO DI AGGIORNAMENTO COORDINAMENTO INTERFORZE E COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

CRITERI ELARGIZIONE SUSSIDI - ANNO 2016

TERNI, CARCERE, PER LA MENSA TROVATA UNA SOLUZIONE?

TERNI, SOTTO ACCUSA LA MENSA IN CARCERE PER I CIBI SERVITI E L'IGIENE

SULMONA, GUGLIELMI (SAPPE): "IN CARCERE TROPPI DETENUTI"

CP NAPOLI SECONDIGLIANO, ESECUZIONE DELLA PENA E CIRCUITO ALTA SICUREZZA

VASTO, NELLA MENSA AGENTI SOLO "PICCOLI INTERVENTI DI MANUTENZIONE": NUOVA MOBILITAZIONE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA

CREMONA, IN CARCERE LA COMMISSIONE SPECIALE

MACOMER, ULTIMO TRASLOCO DEI MATERIALI DELL'EX CARCERE

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA, DISPONIBILITA' STANZA SINDACALE

CAIRO, USO DEGLI ALLOGGI DELLE SCUOLE DI FORMAZIONE

MODENA, "AGGREDITO UN ALTRO AGENTE DELLA PENITENZIARIA ADESSO BASTA"

L'AQUILA, CARCERE DI PRETURO, IL SAPPE DENUNCIA: "TROPPI DISAGI PER GLI AGENTI"

NEL CARCERE DI VASTO TORNA LA PROTESTA SULLA MENSA AGENTI

RIORGANIZZAZIONE C.A. G.ALTAVISTA ROMA, OSSERVAZIONI

>>   Proselitismo jihadista nelle carceri: Andrea Orlando a Unomattina - 20 luglio 2016


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 03/2016








Pensione privilegiata di reversibilità


CHE COSA E'

Prestazione erogata ai superstiti del personale della Polizia Penitenziaria. deceduto in attività di servizio o in quiescenza per "causa mortis" riconosciuta dipendente da fatti di servizio o interdipendente con infermità già riconosciute tali.


CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente, secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili, non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio, nei casi di morte del dipendente in attività di servizio per causa violenta, nell'adempimento degli obblighi di servizio, (art.184 del T. U 1092/73)

In tutti gli altri casi, su istanza di parte, entro due anni dalla data del decesso, per non incorrere nella prescrizione dei pagamenti, (art. 191 del T.U. 1092/73)


DECORRENZA

Dalla data del decesso ovvero dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione della domanda, qualora quest'ultima, se necessaria, sia stata presentata oltre due anni dalla data del collocamento a riposo.


COME SI CALCOLA LA PRESTAZIONE

Al coniuge e agli orfani minori del dipendente deceduto in attività di servizio e per causa di esso è attribuito per la durata di un triennio dal decesso un trattamento speciale di importo pari a quello della pensione di prima categoria e successivamente la pensione privilegiata di riversibilità

Ai superstiti del dipendente deceduto in pensione, per infermità dipendente da fatti di servizio spetta la pensione privilegiata di riversibilità nella misura corrispondente alla percentuale di riversibiltà applicata al trattamento privilegiato teorico di prima categoria che sarebbe spettato al dante causa.


COMPETENZA

DAP, che dopo aver acquisito la documentazione sanitaria ed amministrativa, nonché il parere del Comitato per le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.