Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

IMAM NON CONTROLLATI NELLE CARCERI ITALIANE

ALLOGGI E STRAORDINARIO - NOTA UNITARIA AL CAPO DAP

PALERMO, ALTA TENSIONE AL "MALASPINA" AGGREDITO UN POLIZIOTTO

PARMA, COMPENSO DI LAVORO STRAODINARIO DEI 30 MINUTI PER LA VESTIZIONE DELLA DIVISA

PALERMO, MALASPINA: AGGREDITO UN POLIZIOTTO

SEZIONI DI PG, OMOGENEIZZAZIONE RUOLI, DIREZIONE GENERALE POLIZIA PENITENZIARIA, PENSIONI: LETTERA AL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

CONCESSIONE CONGEDO ORDINARIO - CONCORSO 271 POSTI V. ISPETTORE POLIZIA PENITENZIARIA

TRASFERIMENTI PER ROMA REGINA COELI E CAMERINO: IN AREA RISERVATA GLI ELENCHI

PADOVA, L'AMMINISTRAZIONE CERCA DI 'TAMPONARE' SUI GRAVI FATTI AL DUE PALAZZI, MINIMIZZANDO...

MOSCHEE, CIBO E RAMADAN L'ISLAM VINCE DIETRO LE SBARRE

REGGIO EMILIA, DETENUTO AGGREDISCE GLI AGENTI DI SCORTA

FORLI, NOTA UNITARIA DI SAPPE E ALTRE OOSS SU CRITICITÀ ISTITUTO

PENSIONI, COSA PREVEDE LA NUOVA NORMATIVA

CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA, ADEGUAMENTO BUONI PASTO

LIGURIA, RICOVERI OSPEDALIERI

MODENA - NUCLEO PROVINCIALE TRADUZIONI E PIANTONAMENTI

INDENNITÀ DI PRESENZA PER I SERVIZI ESTERNI, SOLLECITO COSTITUZIONE TAVOLO TECNICO

TRIVENETO, NUOVA TUTA DI SERVIZIO. PROBLEMATICHE

FROSINONE. POLIZIOTTI AGGREDITI IN CARCERE, LA PROTESTA DEL SINDACATO SAPPE

PADOVA, RESTA LA TENSIONE IN CARCERE. PARLANO GLI AGENTI: "SOLI E CON UN CANCELLO BLOCCATO"

VIGEVANO, DETENUTO DA' IN ESCANDESCENZE E ROMPE LA MANO DI UN AGENTE

PADOVA, RIVOLTA CHOC IN CARCERE "SI INNEGGIAVA ALL'ISIS"

SANREMO, DOPO IL SUICIDIO DI UN DETENUTO SOTTO ACCUSA L'ORGANIZZAZIONE INTERNA DEL CARCERE

SANREMO, MUORE SUICIDA IN CARCERE DETENUTO SERIAL KILLER

PROMOZIONE ALLA QUALIFICA DI AGENTE SCELTO, ASSISTENTE ED ASSISTENTE CAPO. NOTA DAP

LAVORO NEL GIORNO DI RIPOSO SETTIMANALE: ALTRO CHE STRAORDINARIO! IL DAP DISPONE IL RECUPERO SOMME GIÀ PAGATE!

COORDINATORI NUCLEI NN.TT.PP.; CORSI DI AGGIORNAMENTO. SI RIUNISCE LA COMMISSIONE FORMAZIONE

SAPPE CAMPANIA: CONTESTAZIONE ORDINE SERVIZIO DIREZIONE CC POZZUOLI

NEO VICE ISPETTORI ULTIMO CORSO: DIRITTO ALLE FERIE

PERPLESSITÀ SU CRITERI CONFERIMENTO COMANDO REPARTO VIGILANZA E SCORTE VIA ARENULA

>>   Decine di detenuti di fede islamica in rivolta al grido di "Allah" e "Isis" nel carcere di Padova


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 1/2015








Pensione privilegiata di reversibilità


CHE COSA E'

Prestazione erogata ai superstiti del personale della Polizia Penitenziaria. deceduto in attività di servizio o in quiescenza per "causa mortis" riconosciuta dipendente da fatti di servizio o interdipendente con infermità già riconosciute tali.


CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente, secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili, non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio, nei casi di morte del dipendente in attività di servizio per causa violenta, nell'adempimento degli obblighi di servizio, (art.184 del T. U 1092/73)

In tutti gli altri casi, su istanza di parte, entro due anni dalla data del decesso, per non incorrere nella prescrizione dei pagamenti, (art. 191 del T.U. 1092/73)


DECORRENZA

Dalla data del decesso ovvero dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione della domanda, qualora quest'ultima, se necessaria, sia stata presentata oltre due anni dalla data del collocamento a riposo.


COME SI CALCOLA LA PRESTAZIONE

Al coniuge e agli orfani minori del dipendente deceduto in attività di servizio e per causa di esso è attribuito per la durata di un triennio dal decesso un trattamento speciale di importo pari a quello della pensione di prima categoria e successivamente la pensione privilegiata di riversibilità

Ai superstiti del dipendente deceduto in pensione, per infermità dipendente da fatti di servizio spetta la pensione privilegiata di riversibilità nella misura corrispondente alla percentuale di riversibiltà applicata al trattamento privilegiato teorico di prima categoria che sarebbe spettato al dante causa.


COMPETENZA

DAP, che dopo aver acquisito la documentazione sanitaria ed amministrativa, nonché il parere del Comitato per le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.