Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

SAVONA, PROTESTE IN VAL BORMIDA INSORGONO I SINDACI DI CAIRO E CENGIO "IPOTESI STRAVAGANTE E POCO FUNZIONALE"

TRAPANI, CARCERE, IN ARRIVO 25 AGENTI: "SONO POCHI"

FUMO PASSIVO, DENUNCIATI ALLA MAGISTRATURA I DIRETTORI DELLE CARCERE PUGLIESI

CARCERI TOSCAN,E DUE SUICIDI IN TRE GIORNI: "ADESSO BASTA"

LUCCA, "CARCERI, SITUAZIONE ALLARMANTE ALTRO CHE EMERGENZA SUPERATA"

LUCCA, ESAME ESTERNO SUL TUNISINO SUICIDA

LODI, CAMBIO DELLA GUARDIA IN CARCERE

IVREA, NEL CARCERE MANCANO ALMENO 68 AGENTI

CP NAPOLI SECONDIGLIANO: EMERGENZA E PROBLEMATICHE

PISA, `AL DON BOSCO LA SITUAZIONE E' GRAVE' LA PROTESTA DEGLI AGENTI CARCERARI

SAVONA, CASO CARCERE: IL SAPPE ADESSO CHIEDE AIUTO AL CAPO DELLO STATO

GROSSETO, LEI LO SALVA, MA LUI S'IMPICCA IN CARCERE "ISPEZIONE SUBITO"

BELLUNO, INGERISCE CANDEGGINA. DETENUTO IN OSPEDALE

PUGLIA, FIRMATO L'ACCORDO DECENTRATO FESI 2016

GROSSETO, SI IMPICCA ALLA FINESTRA NEL CARCERE DI GROSSETO

GROSSETO, SUICIDA IN CELLA DOPO L'ARRESTO LO STALKER SALVATO DALLA EX

GROSSETO, DIETRO LE SBARRE PER STALKING SI TOGLIE LA VITA IN CARCERE

TRENTO, POLIZIA PENITENZIARIA ARRESTA RICERCATO

TOSCANA, POLIZIA, UNA GIORNATA DI FORMAZIONE ALLA VILLA SMILEA

VERBALE RIUNIONE DEL 7.9.2016 - FESI 2017

COMMISSIONE FORMAZIONE: ESITI SEDUTA AL DAP

IVREA, LA CRONICA CARENZA DI PERSONALE

SINDACATI IN CAMPO "UN PROGRAMMA PER PREVENIRE I SUICIDI IN CELLA"

SCUOLA DI PARMA - OPPORTUNI CHIARIMENTI E RICHIESTA INTERVENTI

03.10.2016: CITTADELLA (PD), SEMINARIO FORMATIVO; DNA, ELEMENTO DI PROVA

FUNZIONARI: GRADUATORIE DEFINITIVE INTERPELLO STRAORDINARIO PER L'ASSEGNAZIONE AGLI ISTITUTI PENALI (AREA RISERVATA)

VERCELLI, DA' FUOCO ALLA CELLA E FERISCE TRE AGENTI

PROCEDIMENTO DISCIPLINARE: RICORSO GERARCHICO. IL DAP RISCONTRA LA NOTA DEL SAPPE

SICUREZZA, SAPPE/ANFU A RENZI: "BENE RICHIESTA FONDI PER FINANZIARE RIORDINO DELLE CARRIERE. SI CONCRETIZZI RIALLINEAMENTO FUNZIONARI GIÀ APPROVATO"

CARCERE DI LECCE, APERTURA PADIGLIONE PER MALATI PSICHICI, I SINDACATI IN RIVOLTA

>>   Proselitismo jihadista nelle carceri: Andrea Orlando a Unomattina - 20 luglio 2016


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 03/2016








Pensione privilegiata di reversibilità


CHE COSA E'

Prestazione erogata ai superstiti del personale della Polizia Penitenziaria. deceduto in attività di servizio o in quiescenza per "causa mortis" riconosciuta dipendente da fatti di servizio o interdipendente con infermità già riconosciute tali.


CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente, secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili, non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio, nei casi di morte del dipendente in attività di servizio per causa violenta, nell'adempimento degli obblighi di servizio, (art.184 del T. U 1092/73)

In tutti gli altri casi, su istanza di parte, entro due anni dalla data del decesso, per non incorrere nella prescrizione dei pagamenti, (art. 191 del T.U. 1092/73)


DECORRENZA

Dalla data del decesso ovvero dal primo giorno del mese successivo a quello della presentazione della domanda, qualora quest'ultima, se necessaria, sia stata presentata oltre due anni dalla data del collocamento a riposo.


COME SI CALCOLA LA PRESTAZIONE

Al coniuge e agli orfani minori del dipendente deceduto in attività di servizio e per causa di esso è attribuito per la durata di un triennio dal decesso un trattamento speciale di importo pari a quello della pensione di prima categoria e successivamente la pensione privilegiata di riversibilità

Ai superstiti del dipendente deceduto in pensione, per infermità dipendente da fatti di servizio spetta la pensione privilegiata di riversibilità nella misura corrispondente alla percentuale di riversibiltà applicata al trattamento privilegiato teorico di prima categoria che sarebbe spettato al dante causa.


COMPETENZA

DAP, che dopo aver acquisito la documentazione sanitaria ed amministrativa, nonché il parere del Comitato per le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.