Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

TERAMO, CRITICITA' NTP. DISAGI SCORTA CC CATANZARO E SOSTA AUTISTA PRESSO SCALO AEREO

SOFRI "CONSULENTE" CARCERI E' POLEMICA

L'ALLARME DEI RADICALI: A SOLLICCIANO SI MUORE DI OVERDOSE

ISTITUTI PENITENZIARI LIGURI, CRITICITÀ

S. CATALDO, RIGETTO ISTANZA CURE BALNEO-TERMALI

169° CORSO DI FORMAZIONE PER NEO AGENTI- MOBILITÀ

DA' FUOCO ALLA SUA CELLA, SALVO PER UN PELO UN QUARANTENNE A GENOVA MARASSI

SICILIA, BUONI PASTO AL PERSONALE. CHIARIMENTI

OSSERVAZIONI SUL DECRETO DI ISTITUZIONE DELL'UFFICIO PER LE ATTIVITÀ DEL LABORATORIO CENTRALE DNA

OSSERVAZIONI SUL DECRETO DI REGOLAMENTAZIONE ATTIVITA' USPEV

TORINO, PARCHEGGI AUTO. CONSIDERAZIONI SULLA CHIUSURA NOTTURNA CANCELLO CARRAIO TERZA CASERMA.

PADOVA, ALTRI CELLULARI E SIM AL DUE PALAZZI "USATI DAI BURATTINAI DELLA DROGA"

DROGA PER I DETENUTI A TARANTO

SULMONA, RISCHIO USURA E RACKET DAI FAMILIARI DEI MAFIOSI

CREMONA, DETENUTO SI SCAGLIA CONTRO LE GUARDIE QUATTRO AGENTI NEL MIRINO: E' PROTESTA

ARTICOLO SU SOFRI: "UNICO MANDANTE D'OMICIDIO AL MONDO CHE, DOPO UN BREVE GIRO IN CARCERE, NE ESCE MA CON L'ARIA DI ESSERE LUI LA VITTIMA DELL'OMICIDIO, NON IL MORTO"

ESITI VISITA LUOGHI DI LAVORO C.C. TORINO: RISCONTRO PRAP A NOTA SAPPE

NOTA CONSULTA SICUREZZA DOPO SENTENZA ILLEGITTIMITÀ COSTITUZIONALE DEL BLOCCO CONTRATTUALE: SUBITO AVVIO PROCEDURE NEGOZIALI

POLIZIA PENITENZIARIA NELLA DIVISIONE INVESTIGATIVA ANTIMAFIA: DAL 1 LUGLIO 2015, 6 BASCHI AZZURRI SARANNO IN SERVIZIO ALLA DIA!

SEGRETERIA REGIONALE SICILIA: NOTA DI PROTESTA PER MANCATO PAGAMENTO BUONI PASTO

MANCATO PAGAMENTO BUONI PASTO SICILIA: LETTERA AL CAPO DIPARTIMENTO

ON LINE IL NUOVO SAPPEINFORMA: PRONTO UN CONCORSO PER 400 AGENTI! BLOCCO CONTRATTI PA: NORMA ILLEGITTIMA. LA CONSULTA SICUREZZA SOLLECITA IL GOVERNO!

LO SCHEMA DI DECRETO DELL'UFFICIO DIRIGENZIALE DEL LABORATORIO CENTRALE PER LA BANCA DATI DEL DNA

CARCERI: SAPPE, UN ALTRO AGENTE AGGREDITO A CREMONA

SAPPE: SU SOFRI ABBIAMO RAGIONE, ECCO DECRETO MINISTERIALE

RIALLINEAMENTO DEL RUOLO DIRETTIVO DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA AGLI OMOLOGHI RUOLI DELLA POLIZIA DI STATO E DEL CORPO FORESTALE DELLO STATO

USPEV, IL NUOVO SCHEMA DI DECRETO E DI ORGANIZZAZIONE

IL CONSULENTE PER IL CARCERE? SOFRI. E SCOPPIA LA PROTESTA DEL SAPPE. AMPIA RASSEGNA STAMPA

ROSSANO, CARCERE AD ALTO RISCHIO. POCHI MEZZI

VELLETRI, IL SAPPE TORNA SULLE CRITICITA' DEL CARCERE E SU TALUNE STERILI POLEMICHE

>>   Intervista a Giovanni Battista DURANTE (Sappe) sulla situazione delle carceri e della Polizia Penitenziaria.


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 09/2015








Pensione ordinaria


CHE COSA E'

Prestazione vitalizia e riversibile erogata al personale della Polizia Penitenziaria che cessa dal servizio.

TIPOLOGIA DELLA PENSIONE

Pensione di vecchiaia, di anzianità, per destituzione, per dispensa, di riversibilità.


1) Pensione di vecchiaia

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che cessano dal servizio per limiti di età

Le lavoratrici della Polizia Penitenziaria, che hanno il limite di età superiore a 60 anni, possono accedere dal 1/1/1996 al pensionamento di vecchiaia al compimento dei 60 anni (giusta art. 2 punto 21 della legge 335/95).


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei limiti di età.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


2) Pensione di anzianità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che intendano cessare dal servizio e che abbiano i requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva, previsti o dalla Tab. B allegata al D. Leg.vo 165/97, così come modificata dall'art. 59, comma 12 della legge n.449/97 o dalla Tab. D prevista dalla legge 449/97.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

Su domanda dell'interessato che, ai sensi dell'art.59 comma 21,della legge n. 449/97, non può essere presentata prima di dodici mesi dalla data indicata per l'acceso al pensionamento.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


3) Pensione per destituzione

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria, destituiti dal servizio, acquisiscono il diritto al trattamento di quiescenza ordinario al verificarsi dei medesimi requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva previsti per i pensionamenti di anzianità.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della destituzione dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P. che dopo aver acquisito la documentazione amministrativa, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


4) Pensione per infermità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che sono dispensati dal servizio per infermità e che hanno un'anzianità contributiva effettiva di 12 anni e utile di 15 anni.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della dispensa dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


5) Pensione di riversibilità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente della Polizia Penitenziaria deceduto in attività secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.

E' inoltre necessario che il dipendente della Polizia Penitenziaria abbia maturato 15 anni di servizio utile o 5 anni di contribuzione


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo alla morte del dipendente


DURATA

Finchè perdurano le condizioni soggettive richieste dalla legge per acquisire il diritto.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.