Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA: PUBBLICATI I DECRETI MINISTERIALI NIC, GOM, SADAV E SERVIZIO DI VIGILANZA SULLA SICUREZZA

RUOLO ISPETTORI DEL CORPO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA: APPLICAZIONE RIORDINO DELLE CARRIERE E PROCEDURE PROPEDEUTICHE AGLI INQUADRAMENTI IN FASE TRANSITORIA

VERBALE RIUNIONE DEL 24 LUGLIO 2017 - MOBILITÀ A DOMANDA DA INTERPELLO ORDINARIO ANNO 2015 - RUOLO DEGLI ISPETTORI E SOVRINTENDENTI MASCHILE E FEMMINILE

POLIZIA E MILITARI ECCO GLI AUMENTI DEL NUOVO CONTRATTO

LA VERGOGNA DELLO STABILIMENTO BALNEARE "ACQUA E SALE" DI MACCARESE: OSPITI IN CASA NOSTRA...

CAOS E ANARCHIA NEL CARCERE DI BIELLA

BIELLA, SITUAZIONE ALLARMANTE. SOLLECITO INTERVENTI

BASE NAVALE DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA - MOTOVEDETTE DI STANZA NELLA BASE NAVALE DI LIVORNO

CARCERE DI SASSARI, CRITICITA E PROBLEMATICHE

CALABRIA, MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 35-2015: TRASPORTO PUBBLICO

TERAMO, SOLLECITO PROVVEDIMENTO DOPO ENNESIMA SCOSSA TELLURICA

LAUREANA DI BORRELLO, CONTESTAZIONE ORDINE DI SERVIZIO SU CONTINUITÀ DELLA MALATTIA

TERAMO, PARTECIPAZIONE DEL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA AL CORSO DI AGGIORNAMENTO

CASA CIRCONDARIALE DI BOLOGNA VISITE OSPEDALIERE DETENUTI

TARANTO, GRAVI CRITICITA E DISAGIO OPERATIVO PERSONALE POLIZIA PENITENZIARIA

CASA CIRCONDARIALE S AGOSTINO SAVONA, LA DISFATTA A SEGUITO DI UNA SCELLERATA DECISIONE DI CHIUSURA

IN AREA RISERVATA LE GRADUATORIE DEFINITIVE INTERPELLO ANNO 2016, RUOLI NON DIRETTIVI (ISPETTORI-SOVRINTENDENTI - AGENTI/ASSISTENTI)

A SEGUITO DI INTERVENTO DEL SAPPE IL DAP RICONOSCE RIMBORSO SPESE AGLI ALLIEVI AGENTI IN TIROCINIO

PROTESTA E RICHIESTA DIFFIDA PER PRIVATIZZAZIONE DI FATTO STABILIMENTO BALNEARE ROMA MACCARESE

SIT IN CRITICITA BIELLA IL 1 AGOSTO

C.C. MATERA - STATO D'AGITAZIONE PERSONALE POLIZIA PENITENZIARIA

ESITI COMMISSIONE RICOMPENSE, SEDUTA DEL 26.07.2017

RINNOVO CONTRATTUALE: ESITI INCONTRO ALLA FUNZIONE PUBBLICA DEL 25.07.2017

FERRARA, IL CARCERE STA SCOPPIANDO "TROPPA VIOLENZA IN CELLA"

REGGIO EMILIA, BARRICATI NELLE CELLE MINACCIANO GLI AGENTI DEL CARCERE

RIORDINO DELLE CARRIERE E RIALLINEAMENTO: ECCO LA NOTA DEL DAP CHE CONTIENE I PROVVEDIMENTI DI PRIMA ATTUAZIONE. TUTTI GLI INTERVENTI

CONVENZIONE CON CASA EDITRICE LA TRIBUNA: I CODICI A UN PREZZO SPECIALE DEDICATO A ISCRITTI SAPPE!

IMPERIA, GESTIONE DEL PERSONALE

171°/172° CORSO AGENTI. SCUOLA DI CAIRO: CONTROLLO NELLE CAMERE DEGLI ALLIEVI AGENTI/MODIFICA PROGETTO CORSI DI STUDI

PUGLIA, IL CICLONE ROBIN...

>>   Braccialetti elettronici: Donato Capece interviene sul caso dell’omicidio stradale dell’attore Domenico Diele


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 03/2016








Pensione ordinaria


CHE COSA E'

Prestazione vitalizia e riversibile erogata al personale della Polizia Penitenziaria che cessa dal servizio.

TIPOLOGIA DELLA PENSIONE

Pensione di vecchiaia, di anzianità, per destituzione, per dispensa, di riversibilità.


1) Pensione di vecchiaia

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che cessano dal servizio per limiti di età

Le lavoratrici della Polizia Penitenziaria, che hanno il limite di età superiore a 60 anni, possono accedere dal 1/1/1996 al pensionamento di vecchiaia al compimento dei 60 anni (giusta art. 2 punto 21 della legge 335/95).


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei limiti di età.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


2) Pensione di anzianità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che intendano cessare dal servizio e che abbiano i requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva, previsti o dalla Tab. B allegata al D. Leg.vo 165/97, così come modificata dall'art. 59, comma 12 della legge n.449/97 o dalla Tab. D prevista dalla legge 449/97.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

Su domanda dell'interessato che, ai sensi dell'art.59 comma 21,della legge n. 449/97, non può essere presentata prima di dodici mesi dalla data indicata per l'acceso al pensionamento.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


3) Pensione per destituzione

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria, destituiti dal servizio, acquisiscono il diritto al trattamento di quiescenza ordinario al verificarsi dei medesimi requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva previsti per i pensionamenti di anzianità.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della destituzione dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P. che dopo aver acquisito la documentazione amministrativa, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


4) Pensione per infermità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che sono dispensati dal servizio per infermità e che hanno un'anzianità contributiva effettiva di 12 anni e utile di 15 anni.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della dispensa dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


5) Pensione di riversibilità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente della Polizia Penitenziaria deceduto in attività secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.

E' inoltre necessario che il dipendente della Polizia Penitenziaria abbia maturato 15 anni di servizio utile o 5 anni di contribuzione


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo alla morte del dipendente


DURATA

Finchè perdurano le condizioni soggettive richieste dalla legge per acquisire il diritto.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.