Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

CARCERI, (SAPPE): ?CON CHIUSURA CENTRALI OPERATIVE POLIZIA PENITENZIARIA DAP ASSESTA COLPO MORTALE A SICUREZZA CARCERI. ORLANDO BLOCCHI QUESTO SCEMPIO!? 

CASSINO, BLITZ DEI CARABINIERI IN CARCERE TROVATI DUE TELEFONI 'OPERATIVI

POGGIOREALE, RECLUSO ASSALE E FERISCE CINQUE AGENTI

POGGIOREALE, AGGREDITI CINQUE AGENTI. TENSIONE AL MINORILE DI AIROLA. LE DENUNCE DEL SAPPE

IMPERIA, LA DENUNCIA DEL SINDACATO SAPPE "SCARAFAGGI NELLA MENSA DEGLI AGENTI"

SANREMO, DETENUTO DA FUOCO ALLA CELLA

CENTRALI OPERATIVE: IL SAPPE DICE NO ALLA CHIUSURA. ESITI INCONTRO DAP

CARCERE MINORILE DI AIROLA "LA SITUAZIONE E' ESPLOSIVA"

TERNI, DETENUTO AGGREDISCE IL CAPOSALA DELL'INFERMERIA DEL CARCERE

TROPPE AGGRESSIONI IN CARCERE A PAOLA

BOSS DELLA PIANA HA TENTATO IL SUICIDIO A TOLMEZZO

FAVIGNANA, CROLLA PARTE DEL SOFFITTO DELLA CASERMA

TOLMEZZO, DETENUTO CON IL "41 BIS" TENTA D'IMPICCARSI, SALVATO IN EXTREMIS DAGLI AGENTII

MASSA, I SINDACATI DELLA POLIZIA IN PRESIDIO AL CARCERE

TOLMEZZO, DETENUTO CALABRESE AL 41 BIS TENTA IL SUICIDIO, SALVATO

VENEZIA, STRAPPO' IL DITO ALL'AGENTE 28 MESI PER L'EX DETENUTO

CASA CIRCONDARIALE DI PAOLA RISCHIO DA STRESS DA LAVORO CORRELATO BURNOUT

PALERMO, PIANTATO ALBERO IN MEMORIA DI LUIGI BODENZA

CASA CIRCONDARIALE DI TRENTO ACCUSE DI MALTRATTAMENTI

CASA CIRCONDARIALE DI PAOLA. LA DENUNCIA DEL SAPPE: TROPPE AGGRESSIONI IN CARCERE

RAZIONALIZZAZIONE CENTRALE OPERATIVA NAZIONALE: LE CONSIDERAZIONI DEL SAPPE BASILICATA

ASTI, SCIOPERO BIANCO IN CARCERE GLI AGENTI DISERTANO LA MENSA

IL SINDACATO AUTONOMO POLIZIA PENITENZIARIA OFFRE LA TESSERA ONORARIA A DON CIOTTI

STRUTTORI DI TIRO RICHIESTA DI DECRETO

*** ON LINE IL NUOVO SAPPEINFORMA! - FIRMA FESI 2017, CONCORSI INTERNI, BONUS DISABILI... LEGGI! ***

BOLZANO, FORZE DELL'ORDINE A LEZIONE DI ARABO

IL PAPA VISITA SAN VITTORE, GIOIA DIETRO LE SBARRE MA IL DOMANI RESTA CUPO

REGINA COELI, UN ALTRO SUICIDIO IN CELLA NEL 2017 UNO A SETTIMANA

ASTI, IN CARCERE SI INASPRISCE LA PROTESTA

VIBO, DETENUTO SALVATO DAGLI AGENTI, CHIESTO UN RICONOSCIMENTO

>>   Protesta della Polizia Penitenziaria davanti al carcere di Reggio Emilia


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 03/2016








Pensione ordinaria


CHE COSA E'

Prestazione vitalizia e riversibile erogata al personale della Polizia Penitenziaria che cessa dal servizio.

TIPOLOGIA DELLA PENSIONE

Pensione di vecchiaia, di anzianità, per destituzione, per dispensa, di riversibilità.


1) Pensione di vecchiaia

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che cessano dal servizio per limiti di età

Le lavoratrici della Polizia Penitenziaria, che hanno il limite di età superiore a 60 anni, possono accedere dal 1/1/1996 al pensionamento di vecchiaia al compimento dei 60 anni (giusta art. 2 punto 21 della legge 335/95).


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei limiti di età.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


2) Pensione di anzianità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che intendano cessare dal servizio e che abbiano i requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva, previsti o dalla Tab. B allegata al D. Leg.vo 165/97, così come modificata dall'art. 59, comma 12 della legge n.449/97 o dalla Tab. D prevista dalla legge 449/97.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

Su domanda dell'interessato che, ai sensi dell'art.59 comma 21,della legge n. 449/97, non può essere presentata prima di dodici mesi dalla data indicata per l'acceso al pensionamento.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


3) Pensione per destituzione

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria, destituiti dal servizio, acquisiscono il diritto al trattamento di quiescenza ordinario al verificarsi dei medesimi requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva previsti per i pensionamenti di anzianità.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della destituzione dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P. che dopo aver acquisito la documentazione amministrativa, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


4) Pensione per infermità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che sono dispensati dal servizio per infermità e che hanno un'anzianità contributiva effettiva di 12 anni e utile di 15 anni.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della dispensa dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


5) Pensione di riversibilità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente della Polizia Penitenziaria deceduto in attività secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.

E' inoltre necessario che il dipendente della Polizia Penitenziaria abbia maturato 15 anni di servizio utile o 5 anni di contribuzione


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo alla morte del dipendente


DURATA

Finchè perdurano le condizioni soggettive richieste dalla legge per acquisire il diritto.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.