Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

C. R. MASSA, APERTURA NUOVO PADIGLIONE

ISCRITTI AL SAPPE ALL'EXPO DI MILANO CON BIGLIETTI SCONTATI!

IMPERDIBILE IL SAPPEINFORMA! CONCORSI INTERNI VICE SOVRINTENDENTE, VICE ISPETTORE E ISPETTORE SUPERIORE; GRADUATORIE DEFINITIVE E TRASFERIMENTI; CAUSE DI SERVIZIO....

CARENZA ORGANICO CREMONA, NOTA UNITARIA

ALESSANDRIA, "UN ALTRO DETENUTO SALVATO DAGLI AGENTI"

VENEZIA, UN CIPPO AGII ARDITI DA RESTAURARE

BOLOGNA, LA DIREZIONE RISCONTRA LA NOTA DEL SAPPE SULLA MANUTENZIONE INTERNA

S. CATALDO, LA DIREZIONE IGNORA I RICHIAMI DEL PRAP IMPRONTATI ALLA TRASPARENZA AMMINISTRATIVA!

ALESSANDRIA, DETENUTO TENTA IL SUICIDIO, SALVATO IN EXTREMIS

ATTACCHI INFORMATICI AL SAPPE, LA MENTE E' VALTELLINESE

POLIZIA PENITENZIARIA ALLA FESTA DI SAN GERARDO A POTENZA IL 29 E 30 MAGGIO

IL DAP CONFERMA QUEL CHE DA TEMPO DICE IL SAPPE: AUMENTATE LE AGGRESSIONI CONTRO I POLIZIOTTI IN CARCERE!

DENUNCIA DEL SINDACATO SAPPE: POLIZIA PENITENZIARIA SENZA PIU' AUTOMEZZI. PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE A VIBO VALENTIA

IVREA, NOTA CONGIUNTA OO.SS COMANDO DEL REPARTO

TRIVENETO, PROCEDURE INTERPELLO ADDETTO UFFICIO RELAZIONI SINDACALI PUBBLICO

PROVVEDIMENTO CAPO DAP 05.11.2012 - NUOVI CRITERI MOBILITÀ A DOMANDA DEL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA

ARIENZO, : DETENUTO FERITO IN CARCERE

IVREA, SAPPE: "BRAVI I COLLEGHI CHE SI SONO AUTOTASSATI"

CALABRIA, SAPPE: "PROCESSI A RISCHIO"

ARIENZO, REGOLAMENTO DI CONTI IN CARCERE. FERITO DETENUTO

FERMATI I SUPER HACKER CHE COLPIRONO IL SITO INTERNET DEL SAPPE

SAVONA, CELLE SOVRAFFOLLATE E PAURA TUBERCOLOSI AL SANTAGOSTINO: ALLARME DEL "SAPPE"

SCHEMA NUOVO REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE DEL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

AGRIGENTO, RICHIESTA INCONTRO PIANO FERIE ESTIVE E GARANZIA TUTELA SALUTE POLIZIA PENITENZIARIA

TERNI, UNITÀ OPERATIVE. NOTA UNITARIA

LOMBARDIA, IL 28 MAGGIO IL CONSIGLIO REGIONALE DEL SAPPE

CONTRIBUTO UNIFICATO, ESENZIONE E/O RIDUZIONE. RAPPORTI DI PUBBLICO IMPIEGO

IVREA, COMANDANTE DI REPARTO FACENTE FUNZIONI

ELEZIONI 31 MAGGIO 2015. AVVIAMENTO ALLE URNE DEL PERSONALE DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA

TBC IN CARCERE A SAVONA, DETENUTI IN RIVOLTA CONTRO IL RISCHIO DI CONTAGIO

>>   Il Presidente della Repubblica riceve una rappresentanza del Corpo di Polizia in occasione della vigila del 198esimo anno di fondazione del Corpo


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 07/2015








Pensione ordinaria


CHE COSA E'

Prestazione vitalizia e riversibile erogata al personale della Polizia Penitenziaria che cessa dal servizio.

TIPOLOGIA DELLA PENSIONE

Pensione di vecchiaia, di anzianità, per destituzione, per dispensa, di riversibilità.


1) Pensione di vecchiaia

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che cessano dal servizio per limiti di età

Le lavoratrici della Polizia Penitenziaria, che hanno il limite di età superiore a 60 anni, possono accedere dal 1/1/1996 al pensionamento di vecchiaia al compimento dei 60 anni (giusta art. 2 punto 21 della legge 335/95).


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei limiti di età.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


2) Pensione di anzianità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che intendano cessare dal servizio e che abbiano i requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva, previsti o dalla Tab. B allegata al D. Leg.vo 165/97, così come modificata dall'art. 59, comma 12 della legge n.449/97 o dalla Tab. D prevista dalla legge 449/97.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

Su domanda dell'interessato che, ai sensi dell'art.59 comma 21,della legge n. 449/97, non può essere presentata prima di dodici mesi dalla data indicata per l'acceso al pensionamento.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


3) Pensione per destituzione

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria, destituiti dal servizio, acquisiscono il diritto al trattamento di quiescenza ordinario al verificarsi dei medesimi requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva previsti per i pensionamenti di anzianità.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della destituzione dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P. che dopo aver acquisito la documentazione amministrativa, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


4) Pensione per infermità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che sono dispensati dal servizio per infermità e che hanno un'anzianità contributiva effettiva di 12 anni e utile di 15 anni.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della dispensa dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


5) Pensione di riversibilità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente della Polizia Penitenziaria deceduto in attività secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.

E' inoltre necessario che il dipendente della Polizia Penitenziaria abbia maturato 15 anni di servizio utile o 5 anni di contribuzione


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo alla morte del dipendente


DURATA

Finchè perdurano le condizioni soggettive richieste dalla legge per acquisire il diritto.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.