Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Pianeta Carcere, tutte le notizie sul carcere, detenuti, penitenziari in Italia e all'estero
Le ultime 30

ANCONA, DETENUTO EVADE DA BARCAGLIONE

REGGIO EMILIA, VIOLENZE IN CARCERE? SAPPE: SUBITO CHIAREZZA

ORSO DI FORMAZIONE PER ALLIEVI VICE ISPETTORI, RITITO DOTAZIONI INDIVIDUALI. REPLICA AL DAP

CR ROMA REBIBBIA, APERTURA SECONDA SEZIONE DETENTIVA

CORSI DI SPECIALISTA NEL TRATTAMENTO DEI DETENUTI MINORENNI: MATERIE DI FORMAZIONE

FROSINONE, SOLLECITO INTERVENTI SU PULIZIA E SALUBRITÀ LUOGHI DI LAVORO

PERSONALE DELLA CC DI TERAMO A DISPOSIZIONE DEL GOM IN GIORNATA FESTIVA

LOCRI. ISTITUITO UN SERVIZIO "STRADALE" PRESSO LA POLIZIA PENITENZIARIA

TERAMO, SPECIALIZZAZIONE DI MATRICOLISTA

PADOVA, PIANTONAMENTO IN OSPEDALE. CRITICITÀ

CONTRATTO, SMENTITO IL BLOCCO. CONCORSI: QUELLI NUOVI E QUELLI IN ATTO. LE NOVITÀ NEL SAPPEINFORMA.

CRITICITÀ PRAP PALERMO, LA DISPONIBILITÀ DEL DAO AD UN INCONTRO A LIVELLO CENTRALE

CASSINO, INVIO VISITE FISCALI. NOTA AL MINISTRO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ED ALLA CORTE DEI CONTI

PIEMONTE, ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DI COMANDANTE DI REPARTO. OSSERVAZIONI

PALMI E LOCRI, DISTACCO UNITÀ

FIRENZE. AGENTI PENITENZIARI AGGREDITI MOMENTI DI TENSIONE AL MINORILE

BARI, APERTURA NUOVA SEZIONE DETENTIVA. OSSERVAZIONI

BERLUSCONI AI SERVIZI SOCIALI. LA MISURA EVITA AL REO I DANNI DEL CARCERE IL SAPPE: "12 MILA I BENEFICIARI"

LODI. SI ALLARGA LA PROTESTA DEL CARCERE: ORA LA MOBILITAZIONE È REGIONALE

CONTROLLI ANTIDROGA NEL CARCERE DI ISERNIA

ISERNIA. BLITZ IN CARCERE, AGENTI E CANI A CACCIA DI DROGA

AUTOPARCO DEL DAP, DISSERVIZI

CHIUSURA DELL'ISTITUTO PENITENZIARIO DI LAMEZIA TERME: ACCESSO AGLI ATTI

CALTAGIRONE, ASSENZA PER MALATTIA BIMBI. IL PRAP RISCONTRA LA NOTA CONGIUNTA DELLE OO.SS

GLI ESITI DELLA ESTRAZIONE (SORTEGGIO) IS ARENAS 2014: AREA RISERVATA

LARINO, PIANTONAMENTO OSPEDALE CAMPOBASSO

MODIFICA DI TIPOLOGIA DEI DETENUTI PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI IGLESIAS

TERAMO, VIOLAZIONE DELL'ARTICOLO 9 A.Q.N. FORMAZIONE E AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE

TEMPIO PAUSANIA, ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

BOLZANO, ASSENZE DAL SERVIZIO PER MALATTIA

>>   Sappetimes - Edizione del 15 Aprile 2014

Area Riservata - Registrati - Ricorda Password
Username
Password
  
 
 >Circolari DAP Circolari DAP  >Circolari DAP Guide Sappe  
 Rubrica indirizzi Polizia Penitenziaria Indirizzi Carceri/UfficI  >Circolari DAP Convenzioni Sappe  

Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 09/2014








Pensione ordinaria


CHE COSA E'

Prestazione vitalizia e riversibile erogata al personale della Polizia Penitenziaria che cessa dal servizio.

TIPOLOGIA DELLA PENSIONE

Pensione di vecchiaia, di anzianità, per destituzione, per dispensa, di riversibilità.


1) Pensione di vecchiaia

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che cessano dal servizio per limiti di età

Le lavoratrici della Polizia Penitenziaria, che hanno il limite di età superiore a 60 anni, possono accedere dal 1/1/1996 al pensionamento di vecchiaia al compimento dei 60 anni (giusta art. 2 punto 21 della legge 335/95).


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei limiti di età.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


2) Pensione di anzianità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che intendano cessare dal servizio e che abbiano i requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva, previsti o dalla Tab. B allegata al D. Leg.vo 165/97, così come modificata dall'art. 59, comma 12 della legge n.449/97 o dalla Tab. D prevista dalla legge 449/97.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

Su domanda dell'interessato che, ai sensi dell'art.59 comma 21,della legge n. 449/97, non può essere presentata prima di dodici mesi dalla data indicata per l'acceso al pensionamento.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


3) Pensione per destituzione

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria, destituiti dal servizio, acquisiscono il diritto al trattamento di quiescenza ordinario al verificarsi dei medesimi requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva previsti per i pensionamenti di anzianità.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della destituzione dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P. che dopo aver acquisito la documentazione amministrativa, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


4) Pensione per infermità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che sono dispensati dal servizio per infermità e che hanno un'anzianità contributiva effettiva di 12 anni e utile di 15 anni.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della dispensa dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


5) Pensione di riversibilità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente della Polizia Penitenziaria deceduto in attività secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.

E' inoltre necessario che il dipendente della Polizia Penitenziaria abbia maturato 15 anni di servizio utile o 5 anni di contribuzione


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo alla morte del dipendente


DURATA

Finchè perdurano le condizioni soggettive richieste dalla legge per acquisire il diritto.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.