Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

TOPI MORTI IN CARCERE A MODENA, L'ALLARME DEL SAPPE: "E' EMERGENZA MALATTIE INFETTIVE"

NOTA DAP SU VIGILANZA DINAMICA, RIORGANIZZAZIONE GIUSTIZIA, VIRUS EBOLA. MA ZERO SULLA POLIZIA PENITENZIARIA...

SICILIA, MIGLIORARE IL LAVORO DEI POLIZIOTTI PENITENZIARI

CARCERE DI POTENZA, ESCE DAL COLLOQUIO ED AGGREDISCE GLI AGENTI PENITENZIARI

ARIANO IRPINO, SOLLECITO PAGAMENTO ARRETRATI

POTENZA, NUOVA AGGRESSIONE DI DETENUTO AD AGENTE

PALERMO PAGLIARELLI, STATO DI AGITAZIONE

RATTI E ZANZARE CASERMA AGENTI DELLA CASA CIRCONDARIALE DI MODENA - FOTO -

RAGUSA, PRESI ALTRI 2 SCAFISTI: IL CARCERE SCOPPIA

ASCOLI, CIFERRI SUICIDA IN CARCERE, IL DIARIO "LO DEVO FARE PER LA MIA FAMIGLIA"

UN ALTRO AGENTE FERITO IN CARCERE A POTENZA

POLIZIA PENITENZIARIA SENZA AUTO, A IMPERIA GLI AGENTI USANO MEZZI PROPRI

ISPEZIONE DEI RADICALI NEL CARCERE DI VIBO

AUGUSTA, CELLE FATISCENTI E POCA SICUREZZA

PESARO, ANCORA ATTI DI AGGRESSIONE IN CARCERE E I SINDACATI CRITICANO "L'AUTOGESTIONE"

IMPERIA, DOPPIO EVENTO CRITICO IN CARCERE. E I POLIZIOTTI USANO, PER SERVIZIO, LE AUTO PERSONALI...

PORDENONE. STUPRATORE EVASO INCHIESTA DEL PM DENTRO IL CARCERE

S. MARIA CAPUA VETERE: TANTO TUONO' CHE PIOVVE...

S. MARIA CAPUA VETERE. CARCERE, IN ARRIVO I NUOVI AGENTI DELLA PENITENZIARIA

S. MARIA CAPUA VETERE. CARCERE-CAOS, DOPO L'APPELLO ECCO I RINFORZI

PORDENONE. STUPRATORE EVASO VIOLENTA ANCORA: PER IL CARCERE NON ERA PERICOLOSO

POGGIOREALE. "NESSUN PESTAGGIO IN CARCERE"

TRENTO, IN CARCERE CON L'EROINA IN BOCCA

PILLOLE- SAPPE: "SEIMILA DETENUTI IN SICILIA, IL 16% E' TOSSICODIPENDENTE"

MODENA: "SICUREZZA E POLIZIA PENITENZIARIA UN IMPEGNO DA PORTARE IN REGIONE"

PORDENONE. RI-ARRESTATO IL TUNISINO CHE ERA EVASO E' POLEMICA

PORDENONE. EVADE DAL CARCERE E VIOLENTA UNA DONNA IL 28ENNE TUNISINO ARRESTATO NEL PADOVANO

PORDENONE. FERMATO L'EVASO HA VIOLENTATO UNA DONNA

PORDENONE. IL DIRETTORE SI DIFENDE: "ERA SOTTO CONTROLLO"

PORDENONE. SORVEGLIANZA, BUFERA SUL CARCERE "MA NON ERA LIBERO DI GIRARE"

>>   Sappe Times: riorganizzazione Giustizia, Fesi, rimborsi ai detenuti...


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 28/2014








Pensione ordinaria


CHE COSA E'

Prestazione vitalizia e riversibile erogata al personale della Polizia Penitenziaria che cessa dal servizio.

TIPOLOGIA DELLA PENSIONE

Pensione di vecchiaia, di anzianità, per destituzione, per dispensa, di riversibilità.


1) Pensione di vecchiaia

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che cessano dal servizio per limiti di età

Le lavoratrici della Polizia Penitenziaria, che hanno il limite di età superiore a 60 anni, possono accedere dal 1/1/1996 al pensionamento di vecchiaia al compimento dei 60 anni (giusta art. 2 punto 21 della legge 335/95).


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei limiti di età.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


2) Pensione di anzianità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che intendano cessare dal servizio e che abbiano i requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva, previsti o dalla Tab. B allegata al D. Leg.vo 165/97, così come modificata dall'art. 59, comma 12 della legge n.449/97 o dalla Tab. D prevista dalla legge 449/97.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

Su domanda dell'interessato che, ai sensi dell'art.59 comma 21,della legge n. 449/97, non può essere presentata prima di dodici mesi dalla data indicata per l'acceso al pensionamento.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


3) Pensione per destituzione

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria, destituiti dal servizio, acquisiscono il diritto al trattamento di quiescenza ordinario al verificarsi dei medesimi requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva previsti per i pensionamenti di anzianità.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della destituzione dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P. che dopo aver acquisito la documentazione amministrativa, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


4) Pensione per infermità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che sono dispensati dal servizio per infermità e che hanno un'anzianità contributiva effettiva di 12 anni e utile di 15 anni.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della dispensa dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


5) Pensione di riversibilità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente della Polizia Penitenziaria deceduto in attività secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.

E' inoltre necessario che il dipendente della Polizia Penitenziaria abbia maturato 15 anni di servizio utile o 5 anni di contribuzione


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo alla morte del dipendente


DURATA

Finchè perdurano le condizioni soggettive richieste dalla legge per acquisire il diritto.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.