Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

LARINO, TENTA DI EVADERE DAL CARCERE

SAVONA. "HO LA TUBERCOLOSI": EVADE DALL'OSPEDALE

PIEMONTE, CONVOCAZIONE P.R.A.P.- STATO AGITAZIONE NOVARA

TRATTAMENTO ECONOMICO DI MISSIONE SUL TERRITORIO NAZIONALE: NOTA ESPLICATIVA DEL DAP

ACCADEMIA EUROPEA DI POLIZIA CEPOL. EXCHANGE PROGRAMME 2015

VELLETRI, RUOLO DEI COMMISSARI. INCARICHI

SCHEMA DI PROVVEDIMENTO RECANTE I CRITERI PER L'ACCERTAMENTO DELLE ATTITUDINI AL SERVIZIO NEGLI ISTITUTI MINORILI

TERNI: AGGRESSIONI, TENTATI SUICIDI E AUTOLESIONISMO IN CARCERE, IL SAPPE: COLPA DELLA DIRIGENZA

TERNI, TENSIONE SEMPRE PIU' ALTA DIETRO LE SBARRE. IL SAPPE CONTRO IL DIRETTORE

VICENZA, AGGREDISCE POLIZIOTTO POI ALLAGA LA SUA CELLA

LAMEZIA E' L'UNICA CITTA' CON IL TRIBUNALE MA SENZA UN CARCERE

PIACENZA, OSSERVAZIONI E RICHIESTA CHIARIMENTI

ATTIVITÀ ESTIVE ANNO 2015- ACQUISIZIONE MODELLO ISSE.

NELL'AREA RISERVATA LE GRADUATORIE PROVVISORIE, DISTINTE PER RUOLO, QUALIFICA E SESSO, DELL'INTERPELLO ORDINARIO NAZIONALE ANNO 2014

SBLOCCO DEL COSIDDETTO TETTO SALARIALE: LETTERA AL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA ED AL CAPO DAP

ENNESIMO EPISODIO DI VIOLENZA NEL CARCERE DI CREMONA

LAMEZIA TERME, CARCERE CHIUSO, MONTA LA PROTESTA

FUGHE E DISORDINI, CAOS CARCERI MINORILI

SAPPEINFORMA: PUBBLICATE LE GRADUATORIE PROVVISORIE. COSA SONO QUELLE TRATTENUTE IN BUSTA PAGA

CARCERI E VELENI: ORA ARRESTATE IL KILLER ETERNIT

PUGLIA, LE PREVARICAZIONI DEL DAP E LE INIZIATIVE DELLA SEGRETERIA REGIONALE

CREMONA, ANCORA TENSIONE IN CARCERE. DETENUTO DA' FUOCO AL MATERASSO IN CELLA

E' MORTO PASQUALE BARRA,, BRACCIO DESTRO DI CUTOLO E ACCUSATORE DI TORTORA

SAPPE: BASTA SCUSE, METTERE A NORMA ISTITUTI CONTRO RISCHIO AMIANTO

GIUSTIZIA MINORILE: REGOLE PROCEDIMENTALI PER L'ESERCIZIO DELLE COMPETENZE ISTITUZIONALI

PROFESSIONALITÀ PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA DELLA CASA CIRCONDARIALE DI RIMINI.

PROCEDURE DI ACCESSO AL GRUPPO OPERATIVO MOBILE

ISPPE, CONSIGLIO DI DIREZIONE: LEGITTIMITA'

ASSEGNAZIONE VECIOLI DI NUOVA FORNITURA E CONTESTUALE ASSEGNAZIONE SIM CARD M2M

NUOVO ACCORDO NAZIONALE QUADRO - CONVOCAZIONE PER MERCOLEDÌ 4 MARZO

>>   Focus - Pensioni (gennaio 2015)


Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 05/2015








Pensione ordinaria


CHE COSA E'

Prestazione vitalizia e riversibile erogata al personale della Polizia Penitenziaria che cessa dal servizio.

TIPOLOGIA DELLA PENSIONE

Pensione di vecchiaia, di anzianità, per destituzione, per dispensa, di riversibilità.


1) Pensione di vecchiaia

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che cessano dal servizio per limiti di età

Le lavoratrici della Polizia Penitenziaria, che hanno il limite di età superiore a 60 anni, possono accedere dal 1/1/1996 al pensionamento di vecchiaia al compimento dei 60 anni (giusta art. 2 punto 21 della legge 335/95).


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo a quello del compimento dei limiti di età.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


2) Pensione di anzianità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che intendano cessare dal servizio e che abbiano i requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva, previsti o dalla Tab. B allegata al D. Leg.vo 165/97, così come modificata dall'art. 59, comma 12 della legge n.449/97 o dalla Tab. D prevista dalla legge 449/97.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

Su domanda dell'interessato che, ai sensi dell'art.59 comma 21,della legge n. 449/97, non può essere presentata prima di dodici mesi dalla data indicata per l'acceso al pensionamento.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


3) Pensione per destituzione

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria, destituiti dal servizio, acquisiscono il diritto al trattamento di quiescenza ordinario al verificarsi dei medesimi requisiti di anzianità contributiva e di età anagrafica o di sola anzianità contributiva previsti per i pensionamenti di anzianità.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della destituzione dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P. che dopo aver acquisito la documentazione amministrativa, emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità dell'Ufficio del Controllo della Corte dei Conti.


4) Pensione per infermità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I dipendenti della Polizia Penitenziaria che sono dispensati dal servizio per infermità e che hanno un'anzianità contributiva effettiva di 12 anni e utile di 15 anni.


DECORRENZA

Dal giorno successivo a quello della dispensa dal servizio.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti..


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.


5) Pensione di riversibilità

CHI HA DIRITTO ALLA PRESTAZIONE

I superstiti del dipendente della Polizia Penitenziaria deceduto in attività secondo il seguente ordine: coniuge, figli minori o studenti (sino al compimento del 21° anno d'età per gli iscritti alla scuola media superiora e del 26° anno per gli studenti universitari), orfani inabili a carico del dipendente, genitori con almeno 65 anni di età o inabili non titolari di pensione, a carico del dipendente , fratelli celibi e sorelle nubili inabili non titolari di pensione e a carico del lavoratore.

E' inoltre necessario che il dipendente della Polizia Penitenziaria abbia maturato 15 anni di servizio utile o 5 anni di contribuzione


DECORRENZA

Dal primo giorno del mese successivo alla morte del dipendente


DURATA

Finchè perdurano le condizioni soggettive richieste dalla legge per acquisire il diritto.


COME SI OTTIENE LA PRESTAZIONE

D'ufficio.


COMPETENZA

D.A.P., che emette formale provvedimento di liquidazione della pensione, soggetto al controllo successivo di legittimità delle competenti Delegazioni regionali della Corte dei Conti.


PAGAMENTO

L'INPDAP eroga il trattamento di pensione agli aventi diritto con pagamento della prestazione mediante riscossione diretta presso gli uffici postali designati dagli interessati o con accreditamento su c/c bancario o postale.