Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

SFAP PARMA, PASSAGGIO CONSEGNE ? ARTT. 26 E 28 CO. 3 DEL REGOLAMENTO DI SERVIZIO. SOLLECITO

ROMA, CASAL DEL MARMO. CELLE DEVASTATE SCOPPIA LA PROTESTA TRA I BABY DETENUTI

MONZA, PERQUISIZIONE IN CARCERE: TROVATA DROGA NELLE CELLE

L'AQUILA, UN DETENUTO PIANTONATO IN OSPEDALE DA DIECI AGENTI

TERRORISMO ISLAMICO, ALLERTA NELLE CARCERI

CRITERI DI MASSIMA PER PROMOZIONE A COMMISSARIO COORDINATORE (TRIENNIO 2015/2017) E A COMMISSARIO (TRIENNIO 2014/2016)

"SANT'ANNA, SITUAZIONE CRITICA I PARLAMENTARI SONO CON NOI"

ALLE ISCRITTE ED AGLI ISCRITTI SAPPE, A TUTTE LE POLIZIOTTE E A TUTTI I POLIZIOTTI PENITENZIARI... BUON FERRAGOSTO!

SALUZZO, "SPUTI, CALCI E SPINTONI A UN AGENTE IN CARCERE"

SANREMO, DETENUTO CON PUNGIBALL PICCHIA DUE AGENTI

MONZA, BLITZ ANTIDROGA IN CARCERE TROVATA COCAINA SOTTO IL LETTO DI DUE DETENUTI

AGENTE SUICIDA A MASSA, IL DAP NEGA LA TRASFERTA AI COLLEGHI PER LE ESEQUIE...

LOMBARDIA, CARCERI SOVRAFFOLLATE: STRANIERI LA META' DEI DETENUTI. GLI AGENTI: NESSUNO CI HA ADDESTRATO CONTRO IL TERRORE

AVELLINO, DROGA NELL'ANO DESTINATA AL CARCERE

CASSINO, AGENTI AGGREDITI DA UN DETENUTO

VIGEVANO, IN CELLA COL TELEFONO, IL SAPPE VUOLE STRUMENTI PER I CONTROLLI

IL WELFARE DEI CLAN NON E' MAI IN CRISI

SUICIDA AGENTE DI POGGIOREALE, STRAGE SILENZIOSA NELLE CARCERI

CASSINO, AGENTI AGGREDITI DA UN DETENUTO

CASSINO, TRE AGENTI PENITENZIARI AGGREDITI DA UN DETENUTO

CASSINO, AGGREDISCE AGENTI DELLA PENITENZIARIA NEL TRASFERIMENTO A ROMA E LI FERISCE

MASSA, AGENTE PENITENZIARIO MUORE IN SERVIZIO

AGENTE PENITENZIARIO SI IMPICCA NELLA SUA ABITAZIONE

CARCERI, DUE AGENTI SUICIDI IN DUE GIORNI, A MASSA E NAPOLI: LA STRAGE SILENZIOSA...

PUGLIA, CHE FINE HANNO FATTO I RICORSI DI "ROBIN"?

TRE FESTE NELLE CELLE DOPO LE STRAGI TRASFERITI I DETENUTI RADICALIZZATI

PROCEDURA DI INTERPELLO DI SELEZIONE DEL PERSONALE PER L'UFFICIO DEL GARANTE DEI DIRITTI DELLE PERSONE DETENUTE

RIORGANIZZAZIONE MINISTERO GIUSTIZIA, CONVOCAZIONE GIORNO 18.8.2016 ORE 14.00

FESI ANNO 2017 - TABELLA D.G.M.C.

PIEMONTE, PERICOLO DENTRO LE CARCERI: "ORA SI DEVE AGIRE"

>>   Proselitismo jihadista nelle carceri: Andrea Orlando a Unomattina - 20 luglio 2016

Area Riservata - Registrati - Ricorda Password
Username
Password
  
 
 >Circolari DAP Circolari DAP  >Circolari DAP Guide Sappe  
 Rubrica indirizzi Polizia Penitenziaria Indirizzi Carceri/UfficI  >Circolari DAP Convenzioni Sappe  

Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 03/2016








Equo indennizzo


E' un beneficio che viene concesso per la perdita dell'integrità fisica derivante da infermità o lesioni subite a causa del servizio.


A CHI SPETTA E COME SI OTTIENE

Spetta al personale della Polizia Penitenziaria che, avendo subito una menomazione dell'integrità fisica per fatti di servizio, presenti alla Direzione di appartenenza domanda per il riconoscimento della dipendenza. Il termine decadenziale è di 6 mesi dall'evento dannoso o dal giorno in cui l'interessato abbia avuto piena conoscenza dell'infermità. Tale domanda può essere proposta anche dagli eredi entro sei mesi dal decesso. All'istanza devono essere allegati precedenti sanitari e altra documentazione utile ad una completa valutazione della patologia e del nesso con il servizio.

Se l'interessato intende conseguire il beneficio dell'Equo Indennizzo, deve richiederlo contestualmente al riconoscimento della dipendenza.


PROCEDURA

La Direzione di appartenenza istruisce la pratica trasmettendo l'intero carteggio alla Commissione Medica Ospedaliera competente. Quest'ultima sottopone l'interessato a visita e redige un Processo Verbale dal quale risultino la tempestività dell'istanza, la dipendenza dell'infermità e la categoria di ascrivibilità.

Se l'interessato ha prodotto richiesta di Equo Indennizzo, la Direzione di appartenenza trasmette il P.V. e tutta la documentazione all'Amministrazione centrale. Quest'ultima, acquisito il parere su dipendenza ed ascrivibilità a categoria del Comitato par le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette il provvedimento conclusivo di accoglimento o di diniego.


NORMATIVA

D.P.R. n°3 / 10.1.1957;

D.P.R. n°686 / 3.5.1957;

Legge n°1094 / 23.12.1970;

D.P.R. n°349 / 20.4.1994;

Legge n°724 / 23.12.1994; Legge n°662 / 23.12.1996