Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

ORVIETO, VIOLENTA LITE IN CELLA FRA TRE DETENUTI AGENTE TENTA DI SEDARE LA RISSA: FERITO

BOZZA RIORDINO DELLE CARRIERE: OSSERVAZIONI LIMITATAMENTE AI RUOLOI ISPETTORI/FUNZIONARI

RIALLINEAMENTO RUOLI DIRETTIVI E RIORDINO DELLE CARRIERE DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA

ORGANICO DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA - CONVOCAZIONE 13.12.2016 ORE 9.30

CASSINO, CARCERE: CROLLA IL PAVIMENTO DELLA SALA REGIA NESSUN FERITO. SOPRALLUOGO ESEGUITO E BONIFICA

MANTOVA, TELEFONINO IN CELLA; DETENUTO DENUNCIATO

MANTOVA, TELEFONO IN CELLA NELLA BOMBOLA DEL GAS

ORVIETO, AGENTE AGGREDITO IN CARCERE

POTENZA, IMPIEGO DELLE RISORSE UMANE IN COMPITI AMMINISTRATIVO-CONTABILI

MELFI, VIOLAZIONE ACCORDI SINDACALI

PADOVA "140 AGENTI IN MENO, SIAMO DEGLI ALIENATI"

LA DENUNCIA DEL SAPPE AGENTI BISTRATTATI AL CARCERE DI CROTONE

MELFI UN CELLULARE DIETRO IL WC IN CELLA

UMBRIA, FIRMATO L'ACCORDO SUL FESI REGIONALE 2017

P.R.A.P. DELLA PUGLIA E BASILICATA, DISTACCAMENTO DI POTENZA: COORDINAMENTO OPERATIVO DELL?U.S.T.

MELFI AVEVA UN TELEFONINO IN CELLA BLITZ NELL'ISTITUTO PENITENZIARIO

MELFI, TROVATO IN UNA CELLA UN TELEFONO CELLULARE PERFETTAMENTE FUNZIONANTE

TERNI, L'AGENTE DI POLIZIA PENITENZIARIA MUORE STRONCATO DA INFARTO. NOVE MESI FA LA STESSA SORTE PER IL FRATELLO

LAVORO STRAORDINARIO PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA ESERCIZIO FINANZIARIO 2017

NTERPELLO PER L'ACCESSO AL N.I.C. PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA

RIUNIONE DAP 23 NOV: ORGANICI DEL CORPO E CRITERI RIDUZIONE CONTINGENTI EXTRA MOENIA

LAVORI DELLA COMMISSIONE PER LE RICOMPENSE DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA. ARRETRATO E PROSSIMA INDISPONIBILITÀ DEL PRESIDENTE

IMPERIA, CARCERE SAPPE, SCIOPERO CONTRO IL SOVRAFFOLLAMENTO

SALERNO, PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA

FUORNI, STATO DI AGITAZIONE DELLA POLIZIA PENITENZIARIA

CIVITAVECCHIA, "CI OPPORREMO ALL'ALTA SICUREZZA"

CALABRIA, LA DENUNCIA DEL SAPPE. "SUBITO GLI ISPETTORI NELLE CARCERI"

CIVITAVECCHIA, "NOI CALPESTATI: CI SERVE PIU' PERSONALE"

IMPERIA, PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE DEL PERSONALE

IL SAPPE AL MINISTRO: "ISPETTORI AD ARGHILLA'"

>>   Rebibbia NC “Raffaele Cinotti”: la situazione raccontata dal Sappe (Giovanni Patrizi)

Area Riservata - Registrati - Ricorda Password
Username
Password
  
 
 >Circolari DAP Circolari DAP  >Circolari DAP Guide Sappe  
 Rubrica indirizzi Polizia Penitenziaria Indirizzi Carceri/UfficI  >Circolari DAP Convenzioni Sappe  

Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 03/2016








Equo indennizzo


E' un beneficio che viene concesso per la perdita dell'integrità fisica derivante da infermità o lesioni subite a causa del servizio.


A CHI SPETTA E COME SI OTTIENE

Spetta al personale della Polizia Penitenziaria che, avendo subito una menomazione dell'integrità fisica per fatti di servizio, presenti alla Direzione di appartenenza domanda per il riconoscimento della dipendenza. Il termine decadenziale è di 6 mesi dall'evento dannoso o dal giorno in cui l'interessato abbia avuto piena conoscenza dell'infermità. Tale domanda può essere proposta anche dagli eredi entro sei mesi dal decesso. All'istanza devono essere allegati precedenti sanitari e altra documentazione utile ad una completa valutazione della patologia e del nesso con il servizio.

Se l'interessato intende conseguire il beneficio dell'Equo Indennizzo, deve richiederlo contestualmente al riconoscimento della dipendenza.


PROCEDURA

La Direzione di appartenenza istruisce la pratica trasmettendo l'intero carteggio alla Commissione Medica Ospedaliera competente. Quest'ultima sottopone l'interessato a visita e redige un Processo Verbale dal quale risultino la tempestività dell'istanza, la dipendenza dell'infermità e la categoria di ascrivibilità.

Se l'interessato ha prodotto richiesta di Equo Indennizzo, la Direzione di appartenenza trasmette il P.V. e tutta la documentazione all'Amministrazione centrale. Quest'ultima, acquisito il parere su dipendenza ed ascrivibilità a categoria del Comitato par le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette il provvedimento conclusivo di accoglimento o di diniego.


NORMATIVA

D.P.R. n°3 / 10.1.1957;

D.P.R. n°686 / 3.5.1957;

Legge n°1094 / 23.12.1970;

D.P.R. n°349 / 20.4.1994;

Legge n°724 / 23.12.1994; Legge n°662 / 23.12.1996