Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

PALERMO PAGLIARELLI, STATO DI AGITAZIONE

ISPEZIONE DEI RADICALI NEL CARCERE DI VIBO

POLIZIA PENITENZIARIA SENZA AUTO, A IMPERIA GLI AGENTI USANO MEZZI PROPRI

POTENZA, NUOVA AGGRESSIONE DI DETENUTO AD AGENTE

UN ALTRO AGENTE FERITO IN CARCERE A POTENZA

PESARO, ANCORA ATTI DI AGGRESSIONE IN CARCERE E I SINDACATI CRITICANO "L'AUTOGESTIONE"

ASCOLI, CIFERRI SUICIDA IN CARCERE, IL DIARIO "LO DEVO FARE PER LA MIA FAMIGLIA"

RAGUSA, PRESI ALTRI 2 SCAFISTI: IL CARCERE SCOPPIA

RATTI E ZANZARE CASERMA AGENTI DELLA CASA CIRCONDARIALE DI MODENA - FOTO -

AUGUSTA, CELLE FATISCENTI E POCA SICUREZZA

S. MARIA CAPUA VETERE: TANTO TUONO' CHE PIOVVE...

IMPERIA, DOPPIO EVENTO CRITICO IN CARCERE. E I POLIZIOTTI USANO, PER SERVIZIO, LE AUTO PERSONALI...

S. MARIA CAPUA VETERE. CARCERE-CAOS, DOPO L'APPELLO ECCO I RINFORZI

PORDENONE. STUPRATORE EVASO INCHIESTA DEL PM DENTRO IL CARCERE

S. MARIA CAPUA VETERE. CARCERE, IN ARRIVO I NUOVI AGENTI DELLA PENITENZIARIA

PORDENONE. STUPRATORE EVASO VIOLENTA ANCORA: PER IL CARCERE NON ERA PERICOLOSO

POGGIOREALE. "NESSUN PESTAGGIO IN CARCERE"

PORDENONE. FERMATO L'EVASO HA VIOLENTATO UNA DONNA

MODENA: "SICUREZZA E POLIZIA PENITENZIARIA UN IMPEGNO DA PORTARE IN REGIONE"

PORDENONE. SORVEGLIANZA, BUFERA SUL CARCERE "MA NON ERA LIBERO DI GIRARE"

PORDENONE. IL DIRETTORE SI DIFENDE: "ERA SOTTO CONTROLLO"

PORDENONE. RI-ARRESTATO IL TUNISINO CHE ERA EVASO E' POLEMICA

TRENTO, IN CARCERE CON L'EROINA IN BOCCA

PILLOLE- SAPPE: "SEIMILA DETENUTI IN SICILIA, IL 16% E' TOSSICODIPENDENTE"

PORDENONE. EVADE DAL CARCERE E VIOLENTA UNA DONNA IL 28ENNE TUNISINO ARRESTATO NEL PADOVANO

MONTORIO, TROPPI DETENUTI E LE CELLE RESTANO APERTE

PORDENONE. EVADE MENTRE FA GIARDINAGGIO: RICERCATO

VERONA. "CARCERE CON CELLE APERTE GLI AGENTI A RISCHIO SICUREZZA"

PORDENONE. SOLO TRE AGENTI DI TURNO: TUNISINO PERICOLOSO FUGGE DAL CARCERE

MODENA, A CONTATTO CON DETENUTI MALATI: POLIZIOTTI CONTRAGGONO LA TUBERCOLOSI. "NON C'E' SALUBRITA'"

>>   Sappe Times: riorganizzazione Giustizia, Fesi, rimborsi ai detenuti...

Area Riservata - Registrati - Ricorda Password
Username
Password
  
 
 >Circolari DAP Circolari DAP  >Circolari DAP Guide Sappe  
 Rubrica indirizzi Polizia Penitenziaria Indirizzi Carceri/UfficI  >Circolari DAP Convenzioni Sappe  

Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 28/2014








Equo indennizzo


E' un beneficio che viene concesso per la perdita dell'integrità fisica derivante da infermità o lesioni subite a causa del servizio.


A CHI SPETTA E COME SI OTTIENE

Spetta al personale della Polizia Penitenziaria che, avendo subito una menomazione dell'integrità fisica per fatti di servizio, presenti alla Direzione di appartenenza domanda per il riconoscimento della dipendenza. Il termine decadenziale è di 6 mesi dall'evento dannoso o dal giorno in cui l'interessato abbia avuto piena conoscenza dell'infermità. Tale domanda può essere proposta anche dagli eredi entro sei mesi dal decesso. All'istanza devono essere allegati precedenti sanitari e altra documentazione utile ad una completa valutazione della patologia e del nesso con il servizio.

Se l'interessato intende conseguire il beneficio dell'Equo Indennizzo, deve richiederlo contestualmente al riconoscimento della dipendenza.


PROCEDURA

La Direzione di appartenenza istruisce la pratica trasmettendo l'intero carteggio alla Commissione Medica Ospedaliera competente. Quest'ultima sottopone l'interessato a visita e redige un Processo Verbale dal quale risultino la tempestività dell'istanza, la dipendenza dell'infermità e la categoria di ascrivibilità.

Se l'interessato ha prodotto richiesta di Equo Indennizzo, la Direzione di appartenenza trasmette il P.V. e tutta la documentazione all'Amministrazione centrale. Quest'ultima, acquisito il parere su dipendenza ed ascrivibilità a categoria del Comitato par le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette il provvedimento conclusivo di accoglimento o di diniego.


NORMATIVA

D.P.R. n°3 / 10.1.1957;

D.P.R. n°686 / 3.5.1957;

Legge n°1094 / 23.12.1970;

D.P.R. n°349 / 20.4.1994;

Legge n°724 / 23.12.1994; Legge n°662 / 23.12.1996