Sappe - Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria


Le ultime 30

CONDIZIONI DI SOVRAFFOLLAMENTO DEI DETENUTI MASCHI ED EVENTI CRITICI ALL'INTERNO DELL'ISTITUTO PENALE PER I MINORENNI DI ROMA

SANREMO, CRITICITA E PROBLEMATICHE

ESITI COMMISSIONE RICOMPENSE - SEDUTA DI MARTEDÌ 12 DICEMBRE 2017

VERBALE IPOTESI PIANTE ORGANICHE DI SEDE DEL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA DEL DIPARTIMENTO PER LA GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITÀ. D.M. 02 OTTOBRE 2017

TERNI, NOTA UNITARIA: RIVOLTA NEL CARCERE, I DETENUTI NORD AFRICANI PROTAGONISTI

FROSINONE, CRITICITA E PROBLEMATICHE - PARTE SECONDA

SEDE D.G.F. DI ROMA - CASAL DEL MARMO (EX ISSP) GRAVI ANOMALIE

SASSARI, ESPOSIZIONE SERVIZIO PROGRAMMATO E FERIE NATALIZIE

AUGUSTA, CRITICITA. DOPO LE PROTESTE SINDACALI, IL PROVVEDITORE CONVOCA LE OO.SS

CASA CIRCONDARIALE GENOVA MARASSI, GESTIONE ISTITUTO

PROBLEMATICHE CASA RECLUSIONE FAVIGNANA - URGENTE INTERVENTO

SPEZIA: CHI E' DISTACCATO E DOVE?

PORDENONE, SORVEGLIANZA 'A VISTA' DEI DETENUTI

RISPETTO DELLA GERARCHIA DEL PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA PRESSO LA CASA CIRCONDARIALE DI TOLMEZZO

NOTIZIE DI REATO E OBBLIGO DELLA POLIZIA DI RIFERIRE AI SUPERIORI: AMMISSIBILE IL CONFLITTO TRA POTERI

INTERPELLO PERSONALE DI POLIZIA PENITENZIARIA DA IMPIEGARE PRESSO L'UFFICIO X DEL DAP IN OCCASIONE DI SERVIZI DI TRADUZIONI COLLETTIVE AEREE

IPM CATANZARO, CRITICITA. SOLLECITO DETERIMAZIONI

NUCLEI INVESTIGATIVI REGIONALI - GRAVI INCONGRUENZE E RICHIESTA DI URGENTI INTERVENTI

IPM CATANZARO, CRITICITA. SOLLECITO DETERMINAZIONI

SASSARI. ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E SERVIZI

CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI, A COMPLESSIVI DODICI POSTI NEL GRUPPO SPORTIVO «FIAMME AZZURRE»

RAPPORTI INFORMATIVI DEL PERSONALE NON DIRETTIVO DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA ANNO 2017 (MOD. 6/7 D.A.P.)

SOLLECITO RISCONTRO NOTA PRAP LAZIO, ABRUZZO E MOLISE SU SERVIZIO DI FACCHINAGGIO PACCHI DETENUTI

CASA CIRCONDARIALE DI LARINO. FRUIZIONE ANOMALA DI STRAORDINARIO

CASA CIRCONDARIALE DI ISERNIA - PERICOLOSITA' DEL MURO DI CINTA

CASA CIRCONDARIALE DI ISERNIA - SERVIZIO PROGRAMMATO MESE DI DICEMBRE

CASA CIRCONDARIALE DI L'AQUILA - COMPORTAMENTO ANTISINDACALE

CERIMONIA DI GIURAMENTO 172° CORSO ALLIEVI AGENTI

CONTROLLI SANITARI EX D.LGS. N. 81\2008 PRESSO GLI ISTITUTI PENITENZIARI DELLA REGIONE SARDEGNA

CORPO POLIZIA PENITENZIARIA - ORGANICO REGIONE CALABRIA - DISTACCHI

>>   Visita alla C.R. “San Michele” del Segretario Nazionale S.a.p.pe. - Alessandria 13 ottobre 2017

Area Riservata - Registrati - Ricorda Password
Username
Password
  
 
 >Circolari DAP Circolari DAP  >Circolari DAP Guide Sappe  
 Rubrica indirizzi Polizia Penitenziaria Indirizzi Carceri/UfficI  >Circolari DAP Convenzioni Sappe  

Sappe Informa
SAPPEINFORMA N. 25/2017








Equo indennizzo


E' un beneficio che viene concesso per la perdita dell'integrità fisica derivante da infermità o lesioni subite a causa del servizio.


A CHI SPETTA E COME SI OTTIENE

Spetta al personale della Polizia Penitenziaria che, avendo subito una menomazione dell'integrità fisica per fatti di servizio, presenti alla Direzione di appartenenza domanda per il riconoscimento della dipendenza. Il termine decadenziale è di 6 mesi dall'evento dannoso o dal giorno in cui l'interessato abbia avuto piena conoscenza dell'infermità. Tale domanda può essere proposta anche dagli eredi entro sei mesi dal decesso. All'istanza devono essere allegati precedenti sanitari e altra documentazione utile ad una completa valutazione della patologia e del nesso con il servizio.

Se l'interessato intende conseguire il beneficio dell'Equo Indennizzo, deve richiederlo contestualmente al riconoscimento della dipendenza.


PROCEDURA

La Direzione di appartenenza istruisce la pratica trasmettendo l'intero carteggio alla Commissione Medica Ospedaliera competente. Quest'ultima sottopone l'interessato a visita e redige un Processo Verbale dal quale risultino la tempestività dell'istanza, la dipendenza dell'infermità e la categoria di ascrivibilità.

Se l'interessato ha prodotto richiesta di Equo Indennizzo, la Direzione di appartenenza trasmette il P.V. e tutta la documentazione all'Amministrazione centrale. Quest'ultima, acquisito il parere su dipendenza ed ascrivibilità a categoria del Comitato par le Pensioni Privilegiate Ordinarie, emette il provvedimento conclusivo di accoglimento o di diniego.


NORMATIVA

D.P.R. n°3 / 10.1.1957;

D.P.R. n°686 / 3.5.1957;

Legge n°1094 / 23.12.1970;

D.P.R. n°349 / 20.4.1994;

Legge n°724 / 23.12.1994; Legge n°662 / 23.12.1996